Palladino: "È stata forse la nostra migliore partita"

22 Aprile 2024
- di
Arianna Botticelli
Condividi:
Categorie:
Conferenza stampa Palladino Monza Atalanta 1-2
Tempo di lettura: 2 minuti

Queste le parole di Raffaele Palladino intervenuto in conferenza stampa al termine di Monza Atalanta, finita 1-2 per gli ospiti.

Conferenza Palladino dopo Monza Atalanta 1-2

"Ho fatto i complimenti alla squadra. Sapete che non amo perdere, ma abbiamo perso contro una grande squadra e un grandissimo allenatore. Sono venuti con molta volta voglia di fare punti, ci aggredivano alti. Abbiamo preso gol da un piazzato, ma abbiamo giocato. Ho rivisto il Monza che voglio vedere. Chi è entrato nella ripresa ha fatto bene, abbiamo abbassato l'Atalanta e trovato l'1-2. Mi è piaciuto l'atteggiamento e, in generale, tutto. Meritavamo qualcosina in più, al di là del palo finale. Forse la miglior partita da quando sono io a Monza".

Pochi punti nonostante le buone prestazioni

"I dettagli fanno la differenza. Loro, quando con le grandi qualità che hanno, sono cinici e ti castigano. Noi, a volte, siamo leggeri in area di rigore avversaria. Bisogna entrare con altra cattiveria e determinazione. Quella è la cura dei dettagli e dei particolari: ogni minima cosa contro l'Atalanta va messa a posto, oppure ti castigano".

Sull'esperienza che si guadagna anche con queste partite

"Mancano piccoli dettagli, la prestazione è stata fatta. Abbiamo avuto palleggio, pallino del gioco, costruzione da dietro, coraggio, linee di passaggio giuste. Ho fatto i complimenti alla squadra perché hanno avuto coraggio contro una squadra molto forte e con grandi individualità. Ma noi ce la siamo giocata a viso aperto. Le ultime partite serviranno a darci consapevolezza. Le partite sono figlie di episodi".

Su Maldini e Zerbin

"Zerbin ha finito terzino sinistro e mi è piaciuto tutto, come ha giocato, difeso e attaccato. Con gamba e qualità. Sono contento perché se lo merita. Maldini continua a crescere, deve continuare così, deve sapere che strappa le partite nei secondi tempi, ma deve farlo anche dall'inizio. Ha la testa, il fisico e le qualità per farlo".

Palladino sulla sicura permanenza in Serie A

"Abbiamo scalato una montagna. Dall'inizio con difficoltà e giocatori che sono stati infortunati, il campionato più complicato e difficile. Siamo arrivati in vetta alla montagna, con l'obiettivo iniziale della salvezza raggiunto. Per noi giocare ancora in Serie A è motivo di orgoglio, il secondo anno è il più difficile. Dobbiamo essere orgogliosi e soddisfatti, tutti insieme, anche con voi. Sono molto contento e soddisfatto e dobbiamo continuare così, giocandocela con tutti".

Su Pessina centrocampista

"Questa è una soluzione che possiamo adottare, però Matteo mi dà quell'imprevedibilità che lo aiuta a legare i reparti. Si trova a meraviglia con Djuric, attacca gli spazi e lega il gioco. Però è vero che sa giocare anche a metà campo e, se ho bisogno, lo abbasso. Oggi ho preferito giocare con Gagliardini e Bondo a uomo su De Ketelaere. Gli ingressi hanno dato qualità, vedi Valentin Carboni e Daniel. Ci manca Dani Mota, ma sono soddisfatto di tutti".

Sui singoli calciatori del Monza

"Parlare di singoli è riduttivo, devo parlare della squadra in generale, perché tutti hanno fatto una partita straordinaria. Tutti, da chi è stato titolare a chi è entrato. Complimenti a tutta la squadra".

Tags:

Seguici Su

Logo FacebookLogo InstagramLogo X TwitterLogo di Youtube
Banner per l'apertura della stagione della tenuta Castelfalfi 2024
Banner SgravotechBanner Advepa 3D for Business
Logo FacebookLogo InstagramLogo X TwitterLogo di Youtube
Copyright @ilmiomonza.it
chevron-down