Sassuolo, Dionisi: "Monza? Loro hanno completato, noi sostituito..."

27 Gennaio 2024
- di
Arianna Botticelli
Condividi:
Categorie:
Alessio Dionisi allenatore del Sassuolo
Tempo di lettura: 4 minuti

Dopo Raffaele Palladino, anche Alessio Dionisi, allenatore del Sassuolo, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita di Serie A contro il Monza, valida per la ventiduesima giornata.

La conferenza stampa di Dionisi alla vigilia di Monza Sassuolo

"In questi giorni ho lavorato più sulla mentalità, poi ci sta di sbagliare. Noi non ci siamo fatti mancare nulla in quanto ad errori nel girone d'andata. Io non posso colpevolizzare nessuno ma l'allenatore fa delle scelte; se uno sbaglia e va di nuovo in campo vuol dire che c'è la fiducia, fermo restando l'errore reiterato, allora lì le valutazioni vanno fatte. Io ho fiducia in questa squadra per l'obiettivo che abbiamo".

L'allenatore dei neroverdi sul Monza

"Noi abbiamo sostituito, loro hanno completato. Hanno preso giocatori diversi da quelli che avevano. Loro hanno un'identità ben chiara, fanno del palleggio la loro qualità, ed è una squadra che crea e concede. Ad oggi la differenza tra noi e loro è la gara d'andata dove noi abbiamo fatto il primo tempo e loro il primo, se ci prestiamo a loro andiamo in difficoltà e noi non siamo una squadra di corsa. Siamo una squadra che nel coprire campo perde le distanze tra i reparti e se succede contro il Monza vai in difficoltà, se ci allunghiamo come nel secondo tempo dell'andata diventa una partita da all-in e noi in quelle gare non riusciamo a ottenere quello che vogliamo".

Sui giocatori assenti e chi giocherà contro il Monza

"Non ci saranno Berardi, Vina e Toljan, è tanta roba cambiare giocatori così importanti. Ma un solo giocatore non cambia le sorti di una squadra. Dobbiamo convincerci che è un'opportunità. Ovvio che nessuno avrebbe voluto rinunciare a Berardi, è già successo per un periodo più lungo l'anno scorso, la squadra si era compattata. È normale che con lui si fanno delle cose e senza di lui altre, ma abbiamo un giocatore importante in quel ruolo, Castillejo, che ha giocato poco ma è un giocatore forte. Non dobbiamo pensare a chi non c'è altrimenti è solo un alibi".

Sull'infortunio di Berardi e la sua assenza

"Il nostro campionato credo non sia uguale a quello dell'anno scorso, non ci sarà mai una partita spartiacque, quella spartiacque sarà quella che decreterà la salvezza. Non dobbiamo pensare al passato. Può essere uno spartiacque mentale per noi perché giochiamo senza Berardi, ma per tutti è un'opportunità, dimostrare di avere. Perché non c'è un giocatore che abbia vinto da solo, forse solo uno ma è da dimostrare. E' il momento che ogni giocatore metta più consapevolezza e aumenti la responsabilità e la personalità, e questo può essere l'inizio dello spartiacque per noi. La mia speranza è che quando rientrerà Domenico questa squadra lo aiuterà a fare bene, non nell'attesa di Domenico. Non ho più aggettivi per lui, lo descrivono i numeri, ma basta, dobbiamo fare i numeri senza lui. La prognosi? Non sono un medico, non posso dare tempistiche per non essere smentito. Nel prossimo mese non lo vedremo, poi vediamo".

Sorpreso della partenza di Vina?

"Se me l'avessi detto a settembre ti avrei risposto di sì, Matias mancava dal Cagliari, i giornali li leggo, con la società parlo, avevo parlato con lui e non sono uno sprovveduto. La società è corsa ai ripari, ma abbiamo preso un giocatore giusto. Ha meno qualità e più gamba, si farà, dal punto di vista tecnico Doig mi piace molto e sono contento. Questo non vuol dire che Josh giocherà tutte le gare da 8, perché è un 2002 che anche nel Verona non le ha giocate tutte. Ha dimostrato le sue qualità, c'erano altri club, ma siamo felici".

Su Doig, Boloca ed Erlic

"Doig è un ragazzo giusto e domani giocherà. In questa squadra farà bene, normale che è arrivato con le sue conoscenze, ma non è che possiamo pensare che non sbaglierà mai o risolverà tutti i nostri problemi, perché è un 2002 che arriva da ultimo e giocherà. Sono contento del suo arrivo. Boloca ed Erlic saranno a disposizione. Per dei problemini la loro settimana non è stata completa, tant'è che non hanno giocato in amichevole, ma ieri hanno fatto l'allenamento e domani saranno a disposizione, poi vedremo se dall'inizio o se durante, fa la differenza la testa e anche le gambe".

Su Volpato

"Volpato può avere più occasioni? A prescindere, io mi aspetto tanto da lui. Giustamente parlate anche in base al valore che si dà ad un giocatore ma se è un giovane quel valore non è per quello che ha fatto ma per quello che forse farà. Se compri D'Ambrosio e Gagliardini, ad esempio, sai quello che ti daranno. Io da Volpato mi aspetto tanto e sta crescendo, anche in allenamento. Anche lui mi sta mettendo in difficoltà nelle scelte, ma deve togliersi di dosso il giocare per divertirsi perché è un lavoro, ma per divertirsi conosco un solo modo: fare un gol più degli altri e non prenderlo, lui gioca un po' di più per il tunnel, la finta, anche in allenamento, se riesce a limare queste cose diventerà un giocatore importante".

Sul centrocampo del Sassuolo

"I nostri centrocampisti sono questi. Boloca ha fatto una settimana alternata, Daniel si è allenato e valuterò, Racic si allena da ieri con la squadra e sarà a disposizione. Gli altri sono centrocampisti che hanno dato il meglio da mezzali, ma devo pensare anche all'equilibrio. Troviamo un pochino meno la porta ma siamo meno efficaci perché le situazioni le creiamo. Dobbiamo crescere da questo punto di vista e trovare più sicurezza negli ultimi 16 metri. Dobbiamo essere solo più ordinati. La squadra deve essere corta, i nostri difensori, alcuni, in duello non danno il meglio di sé e dobbiamo cercare di mettere in condizioni ottimali tutta la squadra. Le valutazioni le facciamo, la strategia c'è, poi ci sono le qualità dei giocatori tuoi e degli altri".

Su Mulattieri

"Era un rigorista nel secondo tempo perché volevo lo calciasse per trovare più fiducia e autostima che serve a tutti. Non l'ha calciato, fortunatamente è riuscito a fare 3 gol, non dimentichiamoci che era un'amichevole ed era il secondo tempo, altrimenti faremo delle valutazioni sbagliate. Io li vedo tutti i giorni. Facile dire: deve far giocare l'altro. Oggi non siamo pronti per giocare con due attaccanti di ruolo, anche per sistema di gioco e caratteristiche degli esterni, dei centrocampisti e dei difensori, ma dobbiamo lavorare anche per questo. Loro sono due prime punte, devono lavorare per essere compatibili, sicuramente Mula troverà più spazio. Andrea sta facendo bene, ha fatto 7 gol, deve sempre dimostrare e mettersi in testa che non ha ancora dimostrato nulla ma ricordiamoci da dove è partito".

Sul calciomercato del Sassuolo

"Cosa mi aspetto dal mercato? "Non è né il momento, né la sede, e non siete le persone giuste con le quali parlare. Ha parlato l'amministratore delegato e se ho qualcosa da condividere le condivido con la dirigenza, fermo restando che ci sono le volontà e le possibilità, ma se ho qualcosa da dire lo dico a loro".

Tags:

Seguici Su

Logo FacebookLogo InstagramLogo X TwitterLogo di Youtube
Banner Castelfalfi- Una vacanza in Toscana - Le ville
Banner SgravotechBanner Advepa 3D for Business
Logo FacebookLogo InstagramLogo X TwitterLogo di Youtube
Copyright @ilmiomonza.it
chevron-down